Culto, storia della salvezza e cultura nell’anno liturgico – di G. Lorizio

La scissione fra culto e vita è sotto i nostri occhi e presenta molteplici facce. L’anno liturgico non coincide con l’anno solare o «civile», come se quello celebrato nei riti cristiani fosse «incivile». E d’altra parte la compresenza di appartenenze religiose diverse fa sì che per i cristiani il giorno da dedicare al culto sia la domenica, per gli ebrei il sabato, per gli islamici il venerdì. Per i non credenti o i diversamente credenti si tratta del week end, atteso e vissuto come evasione dal grigiore del feriale…

L’articolo è stato pubblicato nella rivista Orientamenti Pastorali di Settembre 2020

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...