Quanta teologia c’è nel fantasy e nella fantascienza

Pubblichiamo la rassegna di fantasy/fantascienza e teologia apparso su settimananews.it, con riflessioni attuali che fanno comprendere come l’immaginazione non sia soltanto evasione ma diventa una approfondimento della realtà, nella misura in cui la trasposizione aiuta ad avere uno sguardo nuovo su quello che viviamo tutti i giorni.

«Dune»: una sana critica alla guerra

3 aprile 2022. (Di Marco Staffolani, su settimananews.it) Denis Villeneuve ha portato (nuovamente) sul grande schermo Dune, l’epopea letteraria ideata da Frank Herbert. E questo gli è stato premiato con ben 6 statuette, nella serata degli Oscar: miglior Fotografia, miglior Scenografia, miglior Montaggio, miglior Sonoro, miglior Colonna Sonora e migliori Effetti Visivi.

La storia di Dune ruota intorno alla figura di Paul che con la famiglia si trasferisce sul pianeta desertico di Arrakis. Qui l’acqua è un bene raro che nella vita tribale della popolazione locale, i Fremen, diventa oggetto di culto insieme alle misteriose creature che abitano il sottosuolo del deserto. Su Arrakis (che per i locali è semplicemente Dune) vivono i vermi delle sabbie, le gigantesche creature per cui Herbert è diventato famoso. Esse passano la maggior parte del tempo immerse nel sottosuolo arido, e affiorano in superficie solo per divorare chi osa rompere la sacralità del silenzio delle sabbie… continua a leggere su settimananews.it

Foundation: robot e cloni tra tentazione e libertà

25 marzo 2022 (di Marco Staffolani) Riflettendo sulle parole della liturgia del mercoledì delle Ceneri: «Memento, homo, quia pulvis es, et in pulverem reverteris», e ancora sulle tentazioni propinate a Gesù dal diavolo nel deserto, che ci fanno ben comprendere come la vita (fino alla morte) sia un combattimento dal quale non possiamo sottrarci e in cui la nostra libertà è chiamata a decidere sul rapporto con gli altri e con il divino, ci lasciamo trasportare da una narrazione, oserei dire penitenziale e ascetica, che ricaviamo da un estratto della prima stagione della serie Foundation in streaming su Apple TV+ tra settembre e novembre 2021, naturalmente ispirata dai capolavori di Asimov. Qui i tipici temi «quaresimali» che siamo abituati ad applicare ai soggetti umani, sembrano estendersi ai robot e ai cloni genetici. Continua lettura su settimananews.it

Harry Potter: l’umanità oltre la morte

19 febbraio 2022 (di Marco Staffolani) […] Si rimane (con buona ragione) affascinati da queste due figure, Lily (la mamma di Harry Potter) e Severus Piton, che esplicitano su due fronti (forse opposti) la potenza dell’amore, che dona sé stesso per l’altro, senza riserve, fino alla morte: da una parte, questa donazione è esplicita, pronta, immediata nella forma del sacrificio della madre di Harry che si frappone tra il figlio e il malvagio Voldemort, trasformando la sua vita (e il punto di tale trasformazione è la morte) nella «magia» di una presenza (anche senza corporeità) che accompagna Harry nel suo vivere attraverso la percezione continua di un «oltre» dove la madre lo attende. Sacrificandosi, Lily darà al figlio il potere di fronteggiare Voldemort con un potere ben diverso da quello del signore oscuro che non può essere nominato. Come quello della madre, il potere di Harry sarà di una libera donazione, così che rimanga vero che l’amore può mettere fine al male senza piegarvisi. continua lettura su settimananews.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...