Corso 10377. Il principio di causalità tra teologia e tecnologia

REGISTRAZIONI

Lezione 1 Martedi 23 Febbraio 2021(introduzione)

Lezione 2 Martedi 2 Marzo 2021 (infinitamente grande, big bang…)

Lezione 3 Martedi 9 Marzo 2021 (infinitamente piccolo, mondo quantistico)

Lezione 4 Martedi 16 Marzo 2021 (tecnica, tecnologia, corpo umano)

Lezione 5 Martedi 23 Marzo 2021 (intelligenza artificiale, timeless time)

Lezione 6 Martedi 13 Aprile 2021 (Presentazione del libro di Fiorenzo Facchini)

Incontro organizzzato da Accademia delle scienze di Bologna

Lezione 7 Martedi 20 Aprile 2021 (Le emozioni delle macchine, Ia parte)

Lezione 8 Martedi 27 Aprile 2021 (Le emozioni delle macchine, IIa parte)

Lezione 9 Martedi 4 Maggio 2021 (La realtà estesa, aumentata e virtuale)

Lezione 10 Martedi 11 Maggio 2021 (transumanesimo)

Lezione 11 Martedi 18 Maggio 2021 (Conclusioni)

——–

Presentazione del corso

Il corso affronta la domanda sulla dimensione causale nel creato, specialmente in relazione alla creatura umana, posta come libera in modo libero da Dio. Questa dimensione teologica/antropologica viene posta a confronto con alcuni paradigmi della cultura tecnologica attuale e con i maggiori principi scientifici che l’hanno (e la stanno) ispirata (ndo)

Le parole chiave che accompagnano il percorso sono le seguenti:

mondo, inizio e fine, tempo (diacronia/sincronia) e spazio (reale/virtuale), finito (limite) e infinito, leggi di natura – dati esperimenti, uomo, Dio, libertà, identità, pensiero, azione, corpo-anima, tecnica-tecnologia, vita (terrena ed eterna).

Seguendo queste parole chiave, si opererà una ricognizione di come il libero arbitrio possa essere interpretato/conciliato alla luce

  • delle grandi teorie scientifiche del ‘900 (la relatività, la meccanica quantistica, il modello standard)
  • della descrizione mente-cervello-corpo che si evince dalle neuroscienze
  • delle nuove istanze di intelligenza Aumentata/Artificiale
  • dei nuovi ambienti digitali di Realtà Virtuale/Aumentata
  • delle nuove filosofie/religioni trans- e post- umaniste

Per concludere si proporrà una visione d’insieme attraverso alcune categorie teologico-filosofiche rosminiane (legge del minimo mezzo, legge del germe, catena ontologica, ecc.)

Bibliografia

R. Mordacci, La condizione neomoderna, Einaudi, Torino 2017

P. Benanti, La condizione tecno-umana. Domande di senso nell’era della tecnologia, EDB, Bologna 2016.

Aa. Vv., The Oxford Handbook of free will, Oxford University Press, New York 2002.

R. Bodei, Dominio e sottomissione. Schiavi, animali, macchine, Intelligenza Artificiale, il Mulino, Bologna 2019.

M. Magatti, Libertà immaginaria. Le illusioni del capitalismo tecno-nichilista, Feltrinelli 2009.

L. Floridi, La quarta rivoluzione. Come l’infosfera sta trasformando il mondo, Raffaello Cortina, Milano 2017.

M. O’Connell, Essere una macchina, Adelphi, Milano 2017

A. Ganoczy, Il creatore trinitario. Teologia della Trinità e sinergia, Queriniana,  Brescia 2003.

M. Staffolani, Il principio di causalità. Antonio Rosmini e la metafisica agapica, Studium, Roma 2020

Lezioni & domande

Che cosa è la realtà? da chi/cosa è causata? quale è il suo fine/la sua fine? Le risposte della scienza

Rosmini (nell’Antropologia Soprannaturale) arriva ad identificare tre modi in cui si esplicita la causalità della grazia: in modo divino, in modo deiforme e triniforme. Il primo modo è constatabile dal fatto che l’uomo, osservando le cose del creato, è rimandato all’esistenza e alle qualità di una sopranatura: in lui nasce la domanda (e anche la ricerca libera) del Creatore, quell’unico essere che trascende la finitezza del creato, a cui attribuire la causazione dell’essere delle cose e dell’ordine in cui queste sussistono. È proprio da questo ambito, dal riconoscimento delle vestigia divine, che la ragione naturale attinge il massimo della conoscenza su Dio di cui è capace senza l’aiuto della grazia.

1a. L’universo i suoi confini, il suo inizio, la sua fine.

1b. Una nuova comprensione della realtà fisica (spaziotempo, onde particelle, big bang/big crunch)

1c. La matematica come luogo di espressione di infinito e di bellezza

1d. La vita come dipendenza e compimento di tutte le scale dell’universo

2a. La tecnica e la tecnologia incontro/scontro con il corpo umano

Il nostro corpo è la visibilità delle nostre decisioni/azioni. Come aiuta la tecnologia a mitigare/riparare le ferite del corpo? Vi è un confine oltre il quale non è lecito andare? Che cosa è l’evoluzione? tra natura e cultura?

2. L’intelligenza artificiale

Che cosa è l’intelligenza? E’ possibile trasferire la propria volontà/causalità in una IA?
è possibile dare una causalità/autonomia altra/identitaria alle macchine?

3. Le emozioni delle macchine

Che cosa sono le emozioni?
Le emozioni possono essere riconoscibili, trasferibili e riproducibili da parte di una IA o di una macchina?
Può un robot creare arte e musica per emozionare l’umano?

4. Bozza per la relazione mente cervello corpo (neuroscienze)

Che cosa è l’uomo? che efficacia ha il suo pensiero? quale è il nesso pensiero azione? Come cambia il rapporto mente-cervello-corpo con l’avvento della tecnologia?

5. Un corpo per le macchine

Come è possibile modificare/produrre una nuova realtà? come cambia l’interazione dell’uomo con la realtà fisica tramite la tecnologia?

6. Realtà Aumentata/Virtuale

Quale futuro per l’uomo? Quali gli effetti per la libertà/causalità dell’uomo?

7. Trans e Post Umanesimo

8. Per una comprensione teologica