Corso 10377 Trans e PostUmanesimo

Quale futuro per l’uomo non solo tecnologico, ma tecnologizzato lui stesso e la sua realtà? Siamo di fronte ad un nuovo uomo, o addirittura a ciò che verrà dopo l’uomo, intendendo che l’uomo sparirà a vantaggio di altro? Quali gli effetti per la libertà/causalità dell’uomo per come la conosciamo oggi? Quali approccio deve essere preso/rispettato di fronte al limite della morte?

Che cosa dobbiamo aspettarci per il futuro, quando la tecnologia diventerà sempre più invasiva? Non solo la tecnologia ci aiuterà a migliorare la nostra condizione presente per alcuni suoi aspetti (facilitazione/sostituzione dell’uomo nei lavori usuranti, veicoli a guida autonoma, arti bionici ecc.) ma essa ridefinirà tutta la nostra vita e anche il nostro porci di fronte alla morte.

Postumano e postumanesimo, ma dove diavolo stiamo andando? - Project Excape
Preventing Suffering After Mind Uploading - A Commentary on Yampolskiy and  Ziesche | Dan Faggella
Mind Uploading: è possibile trasferire la mente in un altro corpo? – Il  Giardino della Cultura

Il documentario di Tv2000 che viene di seguito proposto, pur non essendo di eccelsa qualità (carattere più divulgativo che scientifico ed estensivo) permette di immergersi nella problematica attuale, in cui le tesi dei gruppi transumanisti non sono più da considerare soltanto esotiche scelte filosofico/esistenziali di alcuni sporadici elementi.

L’avanzamento tecnologico anche se non permette fin d’ora (o forse non lo permetterà mai?) di realizzare le proposte estreme di modifica/ridefinizione dell’umano, fa sicuramente interrogare sul prossimo futuro dell’uomo e sulla tematica sempre più discussa di mitigare ritardare, evitare gli effetti della morte.

Il format televisivo scelto è quello di confrontare la scelta reale di vita di un transumanista (che ha scelto di farsi ibernare alla fine della sua vita da una società russa di crioconservazione) con quella di un teologo/neuroetico e di un filosofo. I punti in questione su cui discutere sono

  • l’approccio etico-razionale transumanista per cui non c’è nulla di male nel fare la crioconservazione e sperare nella rivivificazione nella tecnoscienza del futuro
  • l’approccio filosofico–teologico della indissolubilità della persona in mente-corpo (res cogitans, res extensa
  • il valore del corpo e il confronto con i dogmi cristiani della Incarnazione (in un corpo) e Risurrezione (in un corpo)

tv2000 1.41-3.30, presentazione del caso

tv2000 9.35 discorso su autocoscienza

tv2000 17.05-22.18 discorso: ritorno dalla ibernazione. risurrezione o altro?

tv2000 23.00-25.00 mind uploading? oppure brain emulation?

tv2000 (2a parte) 5.35-9.20 cosa è la coscienza (biologia e biografia) il valore del corpo. Persona e personalità. Corpo come carcere dell’anima.

tv2000 (2a parte) 9.20-12.48quale è il confine tra tecnologia usata bene e male? idolatria della tecnologia tra homo sapiens e homo cyber? Corpo accidentale ed estrinseco. Visione antropologica cristiana. Pericolo della tecnologia che detiene il controllo del corpo/mente

tv2000 (2a parte) 16.51 transumanesimo come religione?

Dobbiamo ricorrere alla fantascienza per comprendere come l’umano possa interagire di fronte alla possibilità di sopravvivere alla morte biologica ma con l’attesa di una tecnologia che possa rivivificarlo. In Vanilla Sky il protagonista si scopre vittima di un incubo generato dal proprio inconscio durante quello che è chiamato “il sonno lucido”. La vita oltre morte diventa un sogno, in cui la storia della nostra esistenza è presa estrapolando ciò che di migliore ci è capitato, ciò che sempre avremmo desiderato.

Affinché la vita nel sonno oltre la morte sembri il più reale possibile i ricordi vengono innestati in un punto di raccordo, un evento della vita reale a partire dal quale inizia la nuova storia. L’evento della morte reale è come cancellato, così che la mente sospesa possa vivere il suo limbo ignara della realtà

Vanilla Sky: Incontro alla Life Extension 1.43.06

Mind uploading

Back to me: Ancora più avanti si porta black Mirror, in cui l’identità di Ash (morto nella vita reale) viene replicata a partire dai suoi dati memorizzati nel cloud. Se all’inizio la proposta di poter parlare nuovamente con una versione digitale di chi è trapassato può sembrare una proposta irriverente e maleducata (9.14, 11.20) alla fine la fidanzata di Ash acconsente ad iscriversi al programma di replica (14.19)

Prima risvegliato e replicato dalla morte attraverso una semplice chat, Ash piano piano rivive tramite una voce (18.00) fino ad essere messo in un nuovo corpo (24.00)