Lezione 10286 19/10/2022

Le 4 chiavi attraverso cui vogliamo leggere e interpretare il mondo di matrix sono

antropologia, cristologia, ecclesiologia, soteriologia

Lettura Antropologica (Il problema della scelta)

Passo 1a matrix I
La pillola della verità
La natura umana (che cerca di espandere la sua conoscenza)
Neo:La scelta tra la pillola blu, (cioè non voler indagare e perseguire la verità, rimanere nelle proprie sicurezze) e la pillola rossa (entrare nelle profondità e durezza della vita, affontando il nuovo).
0.28.39 – 0.29.51 ( 1719 – 1791 == 00:01:12)

Passo 1b matrix I
L’uomo è come un virus?
La natura umana (che cerca di espandere la sua persona)
Smith parla a Morpheus e gli condivide una geniale intuizione: l’uomo per vivere cerca di espandersi a scapito delle altre specie.
01:37:34 – 01:38:43 ( 5854 – 5923 == 00:01:09)

Passo 1c matrix I
Anche il programma Smith manifesta la sua necessità di vivere, non vuole essere eliminato da Matrix (i programmi obsoleti vengono cancellati e dunque anche essi rischiano di morire): il programma manifesta un comportamento tipicamente umano
01:39.42 – 01:41:05 ( 5982 – 6065 == 00:00:24)

Passo 2 Matrix I
Primo dialogo con l’Oracolo. La scelta, La vita di Neo o quello di Morpheus
Neo: La scelta nel primo dialogo con Oracolo, tra la sua vita e la vita di Morpheus. La natura umana è chiamata ad andare oltre se stessa, il suo significato è aprirsi all’altro?
1.16.56 -1.17.30 ( 4616 – 4650 == 00:00:34)

Passo 3 Matrix II
Secondo dialogo con l’Oracolo: Zion o Trinity.
Neo: La scelta è tra la sua vita, quella di Zion e degli altri esseri umani e la vita della sua amata Trinity. La difficoltà di operare la scelta è anche nell’interpretare la realtà posta dall’oracolo.
In questo caso il significato della natura umana si apre ad un orizzonte universale, la storia personale ha a che fare con la storia di tutti e di tutto
0.44.47 – 0.50.50 ( 2687 – 3050 == 00:06:03)

Passo 4 matrix II
Dialogo con Merovingio (Francese): causalità e libertà.
La spiegazione della causalità, il mondo è già determinato? quale libertà c’è nell’agire dell’uomo?
E’ possibile una scelta veramente libera, l’uomo è fautore del suo destino oppure il “contesto” è necessitante al punto da rendere nulla la sua libertà?
01.05.47 – 01.06.23 (3947 – 3983 == 00:00:36)
01.08.07 – 01:08:34 (4087 – 4114 == 00:00:27)

Passo 5 matrix II
Affontare il “contesto”.
Dialogo con architetto sul problema della scelta.
L’architetto svela a noi tutta la storia di Matrix, e quale sia la funzione completa dell’eletto: la storia dell’eletto è già programmata, la funzione dell’eletto è creata all’interno stesso di Matrix affinché fosse possibile ad ogni essere umano rimanere tranquillo (nel suo stato di larva, “coltivata”) avere una scelta, qualcosa in cui credere, fosse anche a livello inconscio. Questo per fare in modo che le macchine avessero un controllo migliore degli esseri umani. Viene svelato che il programma che ha creato tale figura è effettivamente l’Oracolo, un programma intuitivo che aveva appunto il compito di trovare una soluzione alle continue ribellioni degli esseri umani, che svegliandosi e fuggendo dalle macchine, ricreavano Zion.
Neo sarà costretto a scegliere se assolvere la funzione per cui è programmato, ossia riavviare Matrix dopo la distruzione di Zion … oppure scegliere quello che logicamente sembra la sconfitta, seguendo i suoi sentimenti e andare a salvare la sua amata Trinity che è ritornata in Matrix per salvarlo.

(01.49.37)
01.52.21 – 01.52.25 ( 6741 – 6745 == 00:00:05)
01.55.36 – 01.57.38 ( 6936 – 7058 == 00:02:02)

Passo 6 matrix III
Libertà per uomo e macchina. La capacità di amare.
Dialogo con il programma Rama: Neo è bloccato in una situazione definita limbo, a cavallo tra Matrix e il mondo degli umani. Incontra un programma di nome Rama: lui e la moglie Kamala si sono rivolti al Francese per poter salvare la loro figlia Satì, portarla dal loro mondo (Matrix) al mondo degli umani: la battuta che colpisce è la seguente: è la prima volta che sente un programma parlare d’amore. La domanda apre una riflessione sul significato profondo di questa parola. Che cosa significa realmente? è qualcosa che è strettamente e tipicamente umano oppure?
08:55 – 10.21 ( 535- 621 == 00:01:26)

Lettura cristologica (il significato dell’Eletto)

I temi che vengono toccati riguardano, la libertà e la schiavitù (imposta a tutti coloro che sono collegati a Matrix), la scoperta della verità, l’esercizio della libertà in un progetto di elezione, l’esercizio della fede.

passo1 : trinity parla ad un collaboratore del suo lavoro di sorveglianza dell’Eletto.

passo2: dialogo tra Trinity e Neo nella discoteca: Trinity sprona Neo a cercare la verità

passo3 Matrix I, 22.00

Morpheus parla direttamente a Neo, e gli rivela per la prima volta che lui è l’eletto. Gli propone un incontro.

passo4: pillola rossa e pillola blu. Matrix I, 27.30
Dialogo con Morpheus: Neo è libero di scegliere tra il non voler indagare ulteriormente e ritornare alla sua vita normale, oppure scoprire (per quanto dura) la verità.
Neo accetta la pillola rossa e scopre la verità che si nasconde dietro Matrix: le macchine tengono gli esseri umani prigionieri in un sogno continuo, e ricavano da questa situazione vantaggi per la loro esistenza.

passo5: Matrix I, 1.10.00

Morpheus porta Neo dall’oracolo. Morphues gli rivela che l’oracolo gli aveva predetto che avrebbe trovato l’eletto. Neo deve compiere il percorso da solo e il suo colloquio con l’Oracolo è personale

passo6: Matrix I, 1.13.48

Dialogo tra Neo e l’Oracolo. Neo aspetta la conferma del fatto di essere l’eletto dall’Oracolo, ma sembra invece ricevere degli insegnamenti filosofici e una predizione diversa da quella aspettata: l’alternativa sarà tra la morte di Morpheus e la morte di Neo. Neo dovrà fare una scelta: se la sua vita o quella di Morpheus. Neo è chiamato a scegliere

passo7: Chyper era la spia delle macchine che trama per distruggere Neo e Trinity. Trinity viene interrogata sulla sua fede in Neo. Trinity confessa la sua fede.. e la storia continua secondo le predizioni dell’Oracolo, e Tank riesce ad uccidere Cypher.

passo8 Matrix 1.32.00

Morphues è stato catturato e viene interrogato da Smith per avere in codici di Zion. Smith spiega che la matrix del progetto originale era stata cambiata affinché gli umani schiavi delle macchine potessero vivere la vita senza destabilizzare il sistema. Il futuro sono le macchine e non più la razza umana. La soluzione per evitare che Zion venga messa in pericolo è staccare la spina che tiene Morpheus collegato a Matrix, il che però significa ucciderlo.
Neo comprende che quello che sta accadendo non è altro che la profezia dell’Oracolo, la scelta tra la vita di Morpheus o la sua. Dunque Neo rientra in Matrix per tentare l’impossibile.

passo9 Neo combatte contro un agente delle Macchine e comincia a manifestare alcuni segni dell’Eletto: Trinitiy si accorge che Neo ha acquisito una capacità di movimento paragonabile a quella degli agenti delle Macchine

passo 10: Matrix I 1.50.00

Anche Trinity è rientrata in Matrix e grazie alla guida dell’elicottero riesce insieme a Neo a salvare Morpheus. Il discorso tra Morpheus e Neo rivela la pedagogia dell’oracolo: predire quanto fosse necessario perché la scelta di Neo fosse libera: la differenza tra conoscere la profezia ed adempierla è fondamentale.

passo11: Neo sta ancora fuggendo in Matrix e deve raggiungere la stanza 303 del palazzo per porterne uscire e tornare alla realtà.
Le macchine nel frattempo hanno localizzato l’astronave dei ribelli e stanno facendo breccia nello scafo, è questione di momenti prima che la nave sia perduta.
Purtroppo ad aspettare Neo nella stanza 303 c’è Smith che riesce a colpirlo più volte, fino al punto che Neo viene dichiarato morto.
Trinity rivela a Neo morente che l’Oracolo aveva anche profetizzato che ella si sarebbe innamorata dell’Eletto, così lei, piena di fede, nonostante la apparente morte di Neo, lo bacia (nella realtà) così che Neo si rialza (in Matrix). Il Neo “risorto” mostra adesso completamente la sua elezione operando portenti: riesce a fermare le pallottole degli agenti e a combatterli ad un livello superiore, fino al punto di entrare letteralmente all’interno dell’agente Smith e farlo esplodere.
Nel mondo reale intanto le macchine sono ad un passo dall’uccidere fisicamente i tre (Neo Trinity e Morpheus). Ma l’ultima risorsa di Morpheus è un impulso gamma che blocca e inibisce tutte le macchine.

Lettura ecclesiologica

ecclesiologia/rapporti umani/tradimento

la figura del traditore:
nel primo film è il compagno Cypher
nel secondo e terzo film è il compagno Bean

MAtrix Reloaded

Passo1 si ritorna a casa, la prima vista di Zion.
la nave Nabucodonosor ritorna a casa ed è accolta a Zion. La città è custodita nelle profondità della Terra, e viene potretta da grandi mura d’acciaio. Il riferimento è quello della casa o comunità dove ci si senti protetti dalle minacce esterne.
12.37 – 13.44 (757 – 824) (00:01:07)

Passo2 Aria di famiglia
Link esclama il suo piacere di essere tornato a casa
17.56 -18.14 ( 1076 – 1094 == 00:00:28)

Passo3 La comunità e il rapporto con l’eletto
La comunità vede nell’Eletto qualcuno di cui avere rispetto perché capace di intercedere per la salvezza dei combattenti in guerra. Il rapporto dell’eletto con il popolo toglie tempo al rapporto tra Neo e Trinity.
20.20 – 21.02 ( 1220 – 1262 == 00:00:42)

Passo4 Assemblea Liturgica
Morhpeus parla a tutta Zion. Il suo discorso viene fatto ad una assemblea che si considera un popolo. L’esortazione a combattere e a resistere è quella di guardare al passato e a quanto si è già fatto.
Il tipico approccio vetero testamentario è quello in cui il popolo deve prestare fede a Dio perché egli ha già operato nella storia dei portenti. Il ruolo del profeta era ricordare le promesse di Dio che il popolo tende a dimenticare.
Il ruolo di Morpheus non è tanto quello di far credere al popolo nella profezia, ma quanto piuttosto nelle capacità già dimostrate con il fatto che essi hanno resistito alle macchine fino a quel momento
24.01- 26.03 ( 1441 – 1563 == 00:02:02)

Passo5 Notte prima della battaglia
Morpheus da la buonanotte a Zion, ricorda le espressioni di Gesù che fa il suo pianto su Gerusalemme, tradendo appunto il suo dispiacere per non essere stato ascoltato.
32.19 – 32.43 ( 1939- 1963 == 00:00:24)

Passo 6 il male porta al tradimento
Due ribelli sono raggiunti dagli agenti di Matrix. Bane.
Bane viene “sovrascritto” nel mondo virtuale con una copia dell’agente Smith, cosi che Smith riesce ad avere un avatar per il mondo reale tramite il corpo fisico di Bane.
32.45 – 33.43 ( 1965- 2027 == 00:00:24)

Passo 7 Bane si incide la mano, come un guerriero prima del suo atto più grande.
Ma il suo tentativo di uccidere Neo è fermato all’improvviso
39.07 – 39.50 ( 2347- 2390 == 00:00:43)

Passo 8 La comunità si raduna per decidere
Il comandante Lock vorrebbe schierare tutte le navi a difesa della città e dunque vorrebbe richiamare la Nabucodonosor in aiuto alla città, ma il Consiglio, in modo contrario, decide non solo di far continuare la missione della Nabucodonosor (per poter contattare l’oracolo) ma anche mandare due altre navi in suo soccorso. Dalla comunità arriva la risposta di solidarietà: due capitani si offrono di rischiare la loro vita.
1.00.03 – 1.02.34 (3603 – 3754 – 00:02:31)

passo 9 Neo cieco
Bane (Smith nel corpo reale di Bane) combatte contro trinity e Neo. Neo è reso cieco … ma non è detta ancora l’ultima parola.

Passo 10 La città delle macchine
Neo e Trinity vedono la città delle macchine, i cui campi sono costituiti da essere umani coltivati, nel senso che le loro energie vitali vengono raccolte dalle macchine stesse per soddisfare il loro bisogno energetico.
1.26.22 – 1.27.25 (5182 – 5245 – 00:01:03)

Lettura soteriologica

passo0 una contaminazione:
Trascendence: che cosa è la salvezza? Il temporaneo ripristino di funzioni essenziali alla vita umana, ritornare ad uno stato di normalità? oppure poter sostituire il nostro corpo e fare in modo che la nostra mente sopravviva dandole la possibilità di essere mantenuta e salvata in modo digitale?
A quali condizioni si ottiene la salvezza?

Il dott. Will Caster (Johnny Depp) è il più importante ricercatore nell’ambito dell’Intelligenza Artificiale, al lavoro per la creazione di una macchina senziente che combini l’intelligenza collettiva del sapere universale con l’intera gamma delle emozioni umane. I suoi controversi esperimenti l’hanno reso famoso, ma anche il primo bersaglio di estremisti contrari alla tecnologia pronti a fare qualsiasi cosa pur di fermarlo. Ma, nel loro tentativo di distruggere Will, gli stessi estremisti diventano i catalizzatori capaci di spingerlo al successo: al diventare parte della sua stessa trascendenza. Per sua moglie Evelyn (Rebecca Hall) e il suo migliore amico Max Waters (Paul Bettany), entrambi colleghi ricercatori, il problema non diventa la possibilità di andare avanti, ma l’opportunità di farlo. Le loro peggiori paure divengono realtà quando la sete di conoscenza di Will si evolve in un’inarrestabile ricerca di potere, apparentemente senza fine. L’unica cosa che hanno terribilmente chiara è che non hanno alcun modo di fermarlo.

Nello spezzone del film proposto, l’intelligenza artificiale derivata dalla mente del suo inventore dopo la sua morte fisica, si sta espandendo ad un ritmo vertiginoso sia nel mondo internet, ma anche fisicamente creando strutture simili a laboratori per rigenerare parti umani corrotte. Il programma di espansione prevede l’arruolamento di essere umani che hanno malattie o handicap… e sembra esserci una salvezza. Ma a quale prezzo?

Transcendence trailer +
dal film
1.07.16 – 1.07.58 ( 4036 – 4078== 00:00:36)
1.09.07 – 1.13.30 ( 4147 – 4410 == 00:04:23)


passo1 Matrix I
La risurrezione di Neo (ad opera di Trinity)
Le macchine stanno facendo breccia nella Nabucodonosor. Neo è in Matrix e sta combattendo contro Smith… ma stavolta il male sembra avere il sopravvento in quanto Neo viene colpito parecchie volte al petto da colpi di pistola sparati da Smith. Neo cade a terra.
La realtà di Matrix e quella del mondo sono collegate, e dunque la “morte virtuale” significa anche la “morte fisica”. Trinity non si arrende e “risveglia dalla morte” il suo amato (in entrambi i mondi) e le sentinelle che avevano scovato la Nave Nabucodonosor vengono distrutte con un EMP.
2.02.20 – 2.07.49 ( 7340- 7669 == 00:05:29)

Passo2 Matrix II
La resurrezione di Trinity ad opera di Neo. I ruoli si sono invertiti.. stavolta è Neo a dover ridare la vita alla sua amata. Vige lo stesso principio della prima risurrezione: i due mondi sono collegati, vita nell’uno è vita nell’altro. Nella prima resurrezione la vita (nuova) viene data dal mondo reale a Matrix (bacio di trinity)
[Neo si rialza non solo a nuova vita, ma ad una vita con poteri maggiori, il primo segno sono i proiettili che vengono fermati con l’imposizione della mano],
in questa seconda si parte da Matrix in cui Neo (attraverso la sua acquisita capacità di manipolare la realtà virtuale) prima estrae il proiettile (comunque trinity muore) … e poi fa un massaggio cardiaco a Trinity (virtuale) stavolta riuscendo a rimettere in movimento anche il cuore fisico nel mondo reale.
Anche in questo caso il bacio sugella l’avvenuta resurrezione.

Passo 3a Matrix III
L’oracolo si sacrifica?
Di difficile interpretazione risulta il passaggio in cui si vede l’oracolo che si lascia conquistare da Smith. Non facendosi più proteggere da Seraph, si lascia sopraffare, senza porre resistenza, dalla mano e mal male di Smith. (è un modo per poter distruggere dall’interno il nemico come è la scena finale del combattimento contro Neo?)

33.26 – 35.35 (2006-2135 == 00:02:09)

Passo3b Matrix III
La risurrezione finale
Neo è arrivato nel mainframe centrale,
ed incontro possiamo chiamarlo cosi? l’ente supremo di Matrix.
Neo chiede a questo ente supremo di entrare nuovamente in Matrix e fa un accordo: sconfiggere Smith che sta dilagando in Matrix, a patto che le macchine lascino liberi gli uomini di rimanere o uscire da Matrix.
(rispetto al dialogo con l’architetto o con l’oracolo stavolta è l’umano a dettare condizioni e risposte…)
Cosi l’Eletto assume un nuovo significato.. non una funzione del sistema di Matrix (secondo un programma scritto), ma il vero salvatore (secondo un disegno del cuore) di Zion (del mondo degli uomini) e del mondo delle Macchine.

La scena finale del combattimento tra Smith (che si è moltiplicato) e Neo è in un contesto apocalittico: di notte, con pioggia e lampi nel cuore della città, oramai popolata soltanto da copie di Smith.
Neo combatte usando tutti i poteri acquisiti nel corso della sua esperienza in e fuori matrix… ma effettivamente Smith pare avere poteri più grandi.

Lo spezzone proposto vede Neo steso all’interno di un cratere (all’interno del quale Neo è precipato dopo lo scontro con Smith). Sembra che i giochi sono fatti: Neo reagisce ancora una volta, suscitando la rabbia di Smith, che non capisce come mai Neo non si arrenda alla ragione, alla logica del fatto che la fine è oramai vicina.
Cosi Neo sembra consegnarsi al suo destino: i dialoghi sono criptici ma devono essere compresi alla luce dei precedenti scontri:

Smith:
Lo scopo della vita è di finire.

Perché, signor Anderson?
Perché, perché, perché?
Perché lo fa?
Perché? Perché si rialza?
Perché continua a battersi?

Pensa veramente di lottare
per qualcosa?

A parte la sua sopravvivenza?
Sa dirmi di che si tratta,
sempre che ne abbia coscienza?
E’ la libertà o la verità?
O magari la pace?
Non mi dica che è l’amore!
lllusioni, signor Anderson.
Capricci della percezione.
Temporanei costrutti del debole
intelletto umano.. .
.. .che cerca disperatamente
di giustificare un’esistenza.. .
…priva del minimo significato
e scopo!

Ogni costrutto è artificiale
quanto Matrix stessa.. .
…anche se solo la mente umana poteva
inventare un’illusione come l’amore.

Ormai dovrebbe aver capito,
signor Anderson.
A questora le sarà chiaro.
Lei non vincerà. Combattere è inutile.

Perché, signor Anderson, perché?
Perché persiste?

Neo: Perché così ho scelto.
(Neo decreta con queste parole, quasi a conclusione di tutte le riflessioni fatte finora in Matrix, che quello che muove tutto, il primo principio di causalità è la decisione umana per l’amore, cf. anche dialogo dell’Architetto o del Merovingio (potremmo dire la logica delle macchine) o in cui la decisione umana è sempre logica, volta al controllo e al potere).

[combattimento]
(Neo riesce a fermare per un pò Smith… cacciandolo nelle viscere della terra..
ma Smith ricompare )

Smith: Questo è il mio mondo!
ll mio mondo!

Smith: Aspetti.

L’ho già visto, questo.
Questa è la fine. E’ giunta.
Sì. Lei giaceva a terra,
tutto coincide.
E io…
Io sono qui, proprio qui, e a
questo punto dovrei dire qualcosa.
Dovrei dire:
“Tutto quello che ha un inizio
ha una fine, Neo”.
Cosa? Che cosa ho detto?

importante: è la prima volta che Smith si rivolge all’eletto con il termine Neo, piuttosto che con Signor Anderson! … Smith ha riconosciuto involontariamente dicendo il nome quello che Neo è effettivamente

Smith: No, no. Questo non è corretto.
Non può esserlo.
Stia lontano da me!

Neo: Di che cosa ha paura?
(Neo non è affatto spaventato e sembra essersi rialzato senza alcun dolore …

Smith: E’ un trucco.
(mentre Smith era convinto che l’ultimo colpa che aveva assestato avrebbe dato termine alla battaglia).

Neo: Aveva ragione, Smith.
Lei ha sempre avuto ragione.
Era inevitabile.
(Neo si lascia invadere da Smith, si lascia avvolgere dal Nero di Smith… cosi sembra che anche Neo sia stato assimilato da Smith.

Smith: E’ questa la fine?

Smith: Oh, no, no, no.

Smith: No, così non vale.

Ente supremo: E’ compiuto.

Non ha senso.

C’è riuscito.
Ci ha salvati.
Ci ha salvati!

Neo sconfigge per la terza e definitiva volta Smith: la prima volta neo è prima sconfitto, ma risorge con il bacio di trinity, e dunque letteralmente entra dentro Smith e lo distrugge da dentro … la seconda volta gli taglia la testa da cieco, cioè taglia la testa di Bane (l’umano che entrando in contatto con Matrix ha aperto un varco per Smith nel mondo degli umani) che in effetti era stato sovrascritto, la terza volta questa: si lascia sopraffare dal nero di Smith … ma … distrugge da dentro tutte le sue copie … (in pratica la moltiplicazione per un milione di quello che era successo la prima volta). La resurrezione di Neo è in effetti la risurrezione di tutto. Matrix stessa si accende di luce come non si era mai visto. E anche nel mondo finale ricompare la luce.

1.48.21 – 1.56.19 (6501 – 6979 == 00:07:58)

Passo4 Matrix III
Dialogo finale tra Architetto e Oracolo
1.57.32 – 2.00.10 (7052 – 7211 == 00:02:38)


articolo su settimana News

Perché così ho scelto!

Sono passati quasi 20 anni dalla trilogia originale di Matrix (The Matrix 1999, Matrix Reloaded 2003, Matrix Revolutions 2003) e a gennaio 2022 abbiamo assistito al nuovo quarto capitolo (Matrix Resurrections). Ci ricordiamo ancora il fascino della scelta, quando Morpheus recita la sua parte e propone a Neo: È la tua ultima occasione, se rinunci non ne avrai altre. Pillola azzurra, fine della storia: domani ti sveglierai in camera tua, e crederai a quello che vorrai. Pillola rossa, resti nel paese delle meraviglie, e vedrai quant’è profonda la tana del bianconiglio. Ti sto offrendo solo la verità, ricordalo. Niente di più.

Che impressione, all’epoca, vedere Neo risvegliarsi dal sonno e scoprire che nella realtà le macchine hanno preso il controllo della terra, reso gli uomini schiavi e contenti nei loro pod, e che il mondo che aveva conosciuto fin da piccolo non era altro che una simulazione. La domanda che nasce allora è: meglio una vita dolce e finta, oppure la “cruda” realtà con l’esercizio della libertà?

Il tema della scelta è cruciale nella trilogia, e Neo diventa il campione, il “The One” profetizzato in maniera “inversa” dall’Oracolo e tanto sperato da Morpheus, o ancora (tentando un paragone con la teologia paolina) l’uomo nuovo che sfida l’Architetto e le stesse leggi di Matrix. La logica delle macchine non afferra quella peculiarità umana, che si dedica all’altro anche quando questo significa sacrificarsi, fino a morire, per chi si ama. Nel dialogo l’Architetto, verso la fine del secondo capitolo, prevede l’illogicità umana, e ne scoraggia l’adempimento attraverso un reboot di tutta Matrix, dagli effetti dicotomici, salvare l’amata o salvare il resto dell’umanità.

Già intravedo la reazione a catena, precursori chimici che segnalano l’insorgenza di un’emozione disegnata per soffocare logica e ragione. Un’emozione che già ti acceca e ti nasconde la semplice ed ovvia verità: lei [Trinity] morirà e non c’è niente che tu possa fare per impedirlo.

Neo va oltre, affidandosi alla speranza, superando la logica binaria, salvando sia Trinity che Zion … e persino i programmi residenti in Matrix che avranno nuova vita nel quarto capitolo.

Ma la tentazione è sempre alle porte, come ad esempio per Cypher il traditore, che dopo anni di battaglie è stanco di combattere un nemico forte e irriducibile come Smith o le macchine in genere, e dunque ripudia la verità, preferendo il mondo delle menzogne in cui può godersi quei piccoli piaceri della vita ormai inesistenti nel mondo al di fuori di Matrix, come una buona cena o un buon sigaro (virtuali).

A proposito di Smith rimane eloquente il dialogo nello scontro finale con Neo (o meglio monologo filosofico sul significato dell’esistenza viste le pochissime risposte di Neo). Smith (che non si appella mai al suo avversario se non con il vecchio nome da schiavo in Matrix, cioè Mr. Anderson), può benissimo essere ricordato non per gli effetti speciali (il potere della clonazione lo rende onnipresente in Matrix) ma per la profondità delle parole, che si interrogano e interpretano il senso del resistere di Neo, del suo sforzarsi nel credere in un futuro possibile, che non sia semplicemente destinato alla fine e al nulla.

Smith, oggettivamente e numericamente superiore rispetto alle forze di Neo, non si capacita che il suo avversario continui a mantenere la posizione e che non desista di fronte ad una nuova evidenza:

Perché, signor Anderson? Perché, perché, perché? Perché lo fa? Perché? Perché si rialza? Perché continua a battersi? Pensa veramente di lottare per qualcosa? A parte la sua sopravvivenza? Sa dirmi di che si tratta, sempre che ne abbia coscienza? È la libertà o la verità? O magari la pace? Non mi dica che è l’amore!

Illusioni, signor Anderson. Capricci della percezione. Temporanei costrutti del debole intelletto umano che cerca disperatamente di giustificare un’esistenza priva del minimo significato e scopo! Ogni costrutto è artificiale quanto Matrix stessa, anche se solo la mente umana poteva inventare un’illusione come l’amore.

Ormai dovrebbe aver capito, signor Anderson. A quest’ora le sarà chiaro. Lei non vincerà. Combattere è inutile. Perché, signor Anderson, perché? Perché persiste?

La prospettiva di Neo è staurologica e agapica, e la sua risposta è lapidaria e secca, come totale e profonda ne è la conseguenza:

Perché così ho scelto.

È chiarò che le affermazioni di Smith, un programma all’interno di Matrix che raggiunge il libero arbitrio grazie allo scontro con Neo, trascende la sceneggiatura stessa di Matrix, e diventa l’espressione universale della lotta cosmica per l’esistenza, o ancor di più, della “razionalissima protesta filosofica” che ogni ragione umana può addurre contro ogni dio sull’apparente non senso che il tutto sia destinato a finire. È chiaro pure che la lapidaria posizione che Neo assume, fa trasparire il nucleo irriducibile di differenza, rispetto a tutto il resto del creato, che l’umano possiede, cioè di perseguire ad ogni costo una risposta.

Neo, sul finire di questo terzo episodio, riporterà la vittoria su Smith e sul male in una maniera imprevista, e direi impopolare se paragonata a quanto accaduto alla fine del primo scontro.  Qui Smith era stato letteralmente umiliato e schiacciato dai poteri dell’Eletto, capace di riconoscere i cloni cattivi tra i normali residenti, schivare le pallottole e perfino volare tra i palazzi.  Nell’epilogo della trilogia vi è l’opposto: Neo, con una pace assoluta, su consiglio dell’Oracolo che riappare per qualche attimo in modo sfuggente, si lascia, paradossalmente, invadere ed infettare da Smith, tanto da assumerne le sembianze. Neo si concede a questa consegna al male tranquillo come chi regna sul suo trono (sono quasi tentato dal leggervi la sicurezza del Gesù giovanneo che va incontro alla morte come un re di fronte alla sua più grande impresa).

Smith, nella sua copia originale invece che cantar vittoria ed esultare, diventa inspiegabilmente titubante, e le incertezze esistenziali che aveva palesato precedentemente, cercano nuovamente risposte: così chiede al Neo/clone cosa stia succedendo! La risposta è disarmante: è in corso la fine, di tutti, sia di Neo ma anche di Smith e del male.

Deus, il portavoce delle macchine, che Neo aveva raggiunto e tramite il quale si era nuovamente collegato a Matrix, entra in contatto con la programmazione di Smith e di tutte le sue malevole copie. La “corporeità di Neo” è servita da cavallo di Troia perché Deus potesse definitivamente cancellare dal sistema di matrix il male che lo aveva assediato, evitando così il pericoloso reboot minacciato dall’Architetto.

L’effetto scenico è suggestivo: un mondo composto di infinite repliche, vestite con occhiali e abiti neri, perennemente coperto dal grigiore dei palazzi e dalla malinconia della pioggia, finalmente si apre alla luce. Matrix conosce finalmente un tempo di pace, e grazie all’accordo tra Deus e Neo, gli uomini potranno liberamente scegliere se aderire alla matrice o senza esservi imprigionati come schiave, e le stesse macchine non dovranno più perseguitare e cacciare gli uomini nelle zone anguste della terra.

Neo muore conseguendo la pace per tutti, uomini e macchine, ma è finita veramente qui la sua avventura?… mancano gli avvenimenti del quarto capitolo … tutto è possibile nella realtà virtuale… ma anche in quella reale!